..rifletto sul 10 febbraio prossimo (GIORNO del RICORDO)

1 febbraio 2010

Giorno del Ricordo_piangente_1.jpgMi rattrista pensare al GIORNO DEL RICORDO, la commemorazione nazionale istituita con una legge del parlamento 6 anni fa. Ma sapete, mi rattrista non tanto perché si ricordano tragici eventi – questi possono essere superati con energia riposta in una ottimistica visione di vita, riprogettando il futuro – ma per il motivo che anche coloro che avevano tanto parlato di questi fatti, volendone il loro ricordo, che proprio quelle persone che desideravano con forza riportare alla luce la verità, oggi cosa fanno?…si spengono in una blanda richiesta “facciamo qualcosa per il Giorno del Ricordo?”.

Sì infatti, spesso è questo il tono delle telefonate che ricevo. Come rappresentante di una delle associazioni degli Esuli giuliano-dalmati (l’A.D.Es. www.adesonline.com) vengo chiamato con scarsa convinzione a commemorare tale giorno , quasi che si volesse assolvere ad un compito, ad un serioso impegno ormai assunto, magari (per qualcuno?)con un tornaconto elettorale.

Il GIORNO DEL RICORDO è molto di più!! E’ un occasione per gli Italiani di riflettere su un’importantissima Tragedia, sulla gente ed i principi che sono stati calpestati, sulla violenza insita in un ideologia che ancor oggi detta leggi, condizioni ed influenza i costumi sociali della nostra comunità nazionale. E’ una riflessione dedicata ai più giovani, per i quali le violenze non devono avere colore politico ma provengono dall’uomo contro l’uomo, sono semplicemente Anti-umane. Un insegnamento per i più adulti, che non devono diventare cinici assumendo una visione distorta di vita ma devono invece mantenersi come luminosi esempi per i giovani. Voi uomi e donne adulti siete comunque i motori propulsori che sollecitano, invitano i più giovani a progettare un nuovo e migliore futuro di vita.

Infine, i testimoni che ancor oggi sopravvivono – o per essi le loro famiglie – devono assolutamente RICEVERE UN GIUSTO RICONOSCIMENTO attraverso una degna commemorazione per il prossimo 10 febbraio.

f.to Pietro Luigi Crasti

..rifletto sul 10 febbraio prossimo (GIORNO del RICORDO)ultima modifica: 2010-02-01T18:29:41+00:00da plcrasti
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “..rifletto sul 10 febbraio prossimo (GIORNO del RICORDO)

  1. Visto che va di moda il video di Kseniya Simonova anche su questi schermi, noi, Mitteleuropa Ensemble proponiamo la SABBIA DEL RICORDO e il nostro progetto di alto livello artistico per questo Giorno del Ricordo (tenendo in considerazione che la proposta è in cantiere con l’artista di arti visive Massimo Ottoni molto prima della moda di oggi, cioè prima dello spot pubblicitario dell’eni in tv) è una proposta artistica unica per questa ricorrenza e senza ideologie politiche che va indirizzata a tutte le giovani forze di questo nostro Paese.
    Mario Fragiacomo

    LA SABBIA DEL RICORDO – Nuova performance pluridisciplinare del MITTELEUROPA ENSEMBLE CHAMBER QUARTET per il GIORNO DEL RICORDO 2010.
    Musica popolare dell’Istria veneta, poesia dei grandi poeti istriani del ‘900 e le arti visive (sand animation) di Massimo Ottoni.
    Un dialogo quindi, tra tre arti, tre dimensioni che si intrecciano in uno spettacolo evocativo ed emozionante.

    Musica popolare istroveneta
    Canti dell’esodo istriano
    I grandi poeti istroveneti del ‘900
    I disegni di sabbia di Massimo Ottoni

    Mitteleuropa Ensemble Chamber Quartet & Massimo Ottoni

    Sabrina Sparti, vocal
    Laura Bagarella, voce recitante
    Mario Fragiacomo, tromba, flicorno & Live electronics
    Marco Detto, pianoforte
    ospite
    Massimo Ottoni, arti visive

    In questo concerto letterario, sfocia un più che decennale originale percorso del Mitteleuropa Ensemble, che mescola musica popolare istroveneta con il linguaggio del jazz. L’elemento letterario, con i testi poetici di alcuni tra i maggiori esponenti dell’area istriana del ‘900, è alla base di questo concerto in cui la scrittura musicale si lega e si ispira all’opera poetica e narrativa. Le composizioni del gruppo hanno affrontato in particolare l’interazione con i versi poetici dei grandi poeti del ‘900 dell’Istria veneta utilizzando i versi come spunto, affidando le parti di testo alla voce recitante, e lasciando che la suggestione letteraria esercitasse la sua influenza sulla musica improvvisata. Una proposta musicale articolata che identifica la duttilità dei musicisti del gruppo che hanno nel jazz soltanto un punto di riferimento e non l’unico fulcro della loro formazione. Il Mitteleuropa Ensemble è stato recentemente premiato per questa originale fusione di musica e letteratura, con la Targa Mazars: Premio Internazionale dell’Università Bocconi di Milano.

    Musiche di: Sergio Endrigo, Piero Soffici, P.A. Maltelini, Giovanni Lo Martire, Mario Fragiacomo, Marco Detto e musiche tradizionali dell’area istroveneta e dalmata rivisitate in un’ottica jazzistica.

    Testi poetici di: Biagio Marin, Gino Brazzoduro, Ugo Vesselizza, P.A.Quarantotti Gambini, Giorgio Depangher, Lina Galli, Osvaldo Ramous e di anonimo poeta istriano.

    I testi:
    I testi sono affidati alla voce narrante di Laura Bagarella.

    Le arti visive:
    Le arti visive sono in mano all’artista Massimo Ottoni.
    La tecnica di Massimo Ottoni consiste nel creare disegni e figure in tempo reale usando le mani come pennello e la sabbia come colore distesa su un piano luminoso. Il tutto viene ripreso da una telecamera e trasmesso su schermo gigante. La peculiarità più importante e caratteristica è che appena finito un disegno questo non viene distrutto per crearne un altro lasciando dei punti morti, ma, granello dopo granello, il disegno si trasforma magicamente in un’altro usando una strepitosa tecnica creativa dando vita ad una storia la cui colonna sonora viene suonata dal vivo dal nostro ensemble con interventi recitati dalla voce narrante. Un dialogo quindi, tra tre arti, tre dimensioni che si intrecciano in uno spettacolo evocativo ed emozionante.

    LA SABBIA DEL RICORDO, coniuga la creazione visiva curata da Massimo Ottoni con la performance musicale realizzata dal Mitteleuropa Ensemble Chamber Quartet. La sabbia lanciata sul piano luminoso, ripresa dalla telecamera e proiettata su grande schermo, porta lo spettatore in un mondo figurativo-narrativo, a tratti informale, che chiama a sè la musica realizzata dal vivo, ma anche la segue in un alternarsi di situazioni e di storie raccontate dalla parola, dall’immagine e dal suono.

    La formazione complessiva della nuova proposta del Mitteleuropa Ensemble Chamber Quartet

    SABRINA SPARTI, canto
    LAURA BAGARELLA, voce narrante
    MARCO DETTO, pianoforte
    MARIO FRAGIACOMO, flicorno, tromba sordinata e multieffetti
    ospite:
    MASSIMO OTTONI, video-installazioni

    Per contatti ed informazioni:

    Mario Fragiacomo
    Music & Performing Arts
    Via Venezia, 1
    20060 Cassina De’ Pecchi (MI)
    Tel.: ++39 02 9528600
    Mobile: 333 108 9248
    E-mail: mariofragiacomo@hotmail.com
    Official Web Site: http://www.fragiacomo.org
    Other Web Sites:
    http://www.myspace.com/fragiacomo
    http://www.jazzitalia.net/Artisti/MarioFragiacomo.asp

    Video:
    http://www.youtube.com/watch?v=Xot47y4x9Y0

    LA SABBIA DEL RICORDO – Nuova performance pluridisciplinare del Mitteleuropa Ensemble Chamber Quartet & Massimo Ottoni – All Rights Reserved.

    Il Mitteleuropa Ensemble Chamber Quartet di Milano, è il primo gruppo in Italia a produrre un evento di alto livello artistico creato appositamente per questa commemorazione.
    Finora si è esibito in Italia presentando un concerto letterario per diverse strutture delle associazioni degli esuli istriani, fiumani e dalmati (Anvgd) che per istituzioni pubbliche comunali nelle seguenti città:
    Torino – Piccolo Teatro Regio (organizz. Anvgd Torino e Comune di Torino)
    Pescara – Auditorium (organizz. Anvgd Pescara)
    Gorizia – Grande Auditorium di Gorizia (organizz. Anvgd Gorizia)
    Monza – Sala Maddalena (organizz. Comune di Monza)
    Alessandria – Teatro San Francesco (organizz. Anvgd e Comune di Alessandria)
    Pioltello (MI) – Sala Consiliare (organizz. Comune di Pioltello)
    Venaria Reale (TO) – Sala Centro Polivalente Iqbal Masih (organizz. ACIFDP e Comune di Venaria Reale)
    Cassina De’ Pecchi (MI) – Auditorium Biblioteca comunale (organizz. Comune di Cassina De’ Pecchi)

Lascia un commento