l’ORA di Islam nelle scuole??..(ma FINI stà bene??)

SGPhoto_2009_10_22 11_21_59.jpg..ma come siamo combinati dico io, se stiamo riuscendo a fare delle proposte – come quella giuntaci da ADOLFO URSO (politico vicinissimo a GIANFRANCO FINI) – di istituire l’ora di insegnamento della religione islamica in tutte le scuole dello stato italiano.

Non rieco davvero a capacitarmi di tutto ciò! …sogno o son desto..? Il problema è molto serio, secondo me tutto parte dal fatto che il rispetto è dovuto a ciascuno, come singolo individuo e come comunità ma giungere ad una forma (perdonatemi il termine) di IPER-RISPETTO, o meglio di una forma quasi di esaltazione dell’altro…ecco questo mi preoccupa, quando il RISPETTO SUPERA LA MANCANZA DI QUELLO PER NOI STESSI. Dirigendosi in questa direzione e come se non tenessimo neanche quel minimo di bene verso noi, quel minimo di autostima necessaria per vivere con serenità ed equilibrio con noi stessi e coloro che ci stanno attorno, vicino.

Non è catastrofistico dire che così facendo percorriamo una china verso il degrado della nostra società, mancando un obiettivo che dovrebbe essere sempre nei nostri orizzonti: il mantenimento delle conquiste valoriali e materiali raggiunte nel corso delle generazioni, dai nostri padri e dalle nostre madri.

(leggete cliccando sull’anteprima sotto, l’articolo di giornale scritto da IDA MAGLI qualche giorno fà)

SGPhoto_2009_10_22 11_37_31.jpg

l’ORA di Islam nelle scuole??..(ma FINI stà bene??)ultima modifica: 2009-10-22T11:45:52+00:00da plcrasti
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “l’ORA di Islam nelle scuole??..(ma FINI stà bene??)

  1. Caro Pietro. Nella mia ignoranza penso che se fossero ancora al governo i comunisti ci avrebbero già “venduti” ad Allah perchè – pensano – questi ci possano portare lavoro e soprattutto petrolio, vedi il clientelismo accorso in Emilia. Vi ricordo che già sono in funzione motori elettrici o ad idrogeno e mi chiedo come mai non si cerchi di sviluppare queste energie per smettere di utilizzare il petrolio che, ahime! all’Italia manca. Ma torniamo alle nostre scuole dove vorrebbero addirittura insegnare la religione islamica. Quando si è deciso se utilizzare come lingua straniera l’inglese anzichè il francese si è ponderato ogni sbocco possibile nel mondo; appunto l’inglese è la più utilizzata sia in europa che nel mondo. Premetto che solo noi italiani non conosciamo l’inglese e se tutti quei babbioni di 70 o 80 anni andassero nei paesi islamici capirebbero il colossale sbaglio che potrà essere inglobarci ad una religione così meschina. In quei paesi sono 50 anni che insegnano l’inglese dove anche molti anziani di 70 anni parlano con qualsiasi turista che lo parli ma hanno ancora determinati schemi, sia di vita che religiosi contrari a quelli con cui siamo nati, cresciuti e morti fino ad ora. La poligamia sarebbe la meno. Pensiamo alla pena di morte o come è trattata una donna o al diritto che ha un padre sulla figlia, – vedi la ragazza sgozzata – Bene. Ora ditemi se volete che questa religione invada il bel paese.

  2. Mi riallaccio a quello spesso ricirdato dal padano Zuef nei suoi vari commenti. Sulla “stampa” del 13 ottobre il ministro delle pari opportunità Mara Carfagna – no al burga nelle scuole perchè simbolo della soggezzione delle donne dell’islam – e riconfermato dal PDL che chiosa – no al burga in Verbania – senza però includere nemmeno un monito alla sicurezza dei cittadini italiani – chi veramente si cela sotto a quei “stanelloni?”. Non potrebbe essere un kamicazer o un famoso latitante? Ricordo che in Italia non è ammesso oscurare il vetro anteriore delle auto appunto perchè chi alla guida deve sempre essere ben riconoscibile alla vista; però poi lasciamo invadere il nostro paese da questi loschi paludamenti.

  3. Fini, Urso, la Perina & company farebbero meglio ad andarsene dal PDL per fondare un proprio partito e presentarsi alle prossime elezioni con un bel programma filo-immigrazione, burqa per tutti,cittadinanza non dopo cinque anni ma anzi all’atto dell’entrata, purché via mare con barcone, nel nostro Paese, ora di islam nelle scuole obbligatoria anche per gli Italiani, eccetera.
    Oh, è chiaro che Fini, Urso, Perina & company dovrebbero però dimettersi subito da ogni incarico in quanto le loro posizioni non solo sono lontane ma anzi sono apertamente in contrasto con quelle di chi li ha votati.
    Scordavo, se invece di fondare un nuovo partito se ne vanno tutti a lavorare, forse la mia considerazione nei loro confronti potrebbe crescere dall’attuale zero virgola fino a livelli normali.
    Se questi sono i politici Italiani del dopo Berlusconi è meglio che noi Italiani facciamo le valigie.
    Ciao a tutti

    Alberto

  4. Scusami Alberto se Ti rispondo ma lo sentivo… non credo queste persone da Te menzionate facciano più tanta strada nel nostro tran tran politico anche se Fini è un camaleonte e può di tutto e di più. Ma piuttosto mi volevo riallaccire a quanto già detto in altri miei scritti – siamo in uno stato libero ma cerchiamo di metterci NOI dei paletti solo per invidia e gelosia – CIOE’ SOLO NOI RIUSCIREMO A SCONFIGGERCI -. Proprio ciò che fanno tante persone per seguire delle chimere raccontate dal politico in carriera appoggiato da una pseudo maggioranza di potere che, purtroppo, sta devastando il bel paese – vedi l’ora di islam nelle scuole – e…… un ciao padano

Lascia un commento