vogliamo la Lega Nord in EMILIA-ROMAGNA

Non credo di chiedere troppo se, come cittadino italiano emiliano-romagnolo affermo basta..basta ed ancora basta ad un “film già visto” che si ripete sempre da 60 anni. GENTE GIA’ VISTA, parole ripetute, i medesemi pseudo-progetti sociali (cha di sociale peraltro portano solo propaganda e nulla più).

Dai quotidiani e da fonti politiche stanno emergendo delle serie possibilità affinché il candidato PRESIDENTE in regione sia il leghista (attuale Presidente Federale) on.le ANGELO ALESSANDRI.

ERRANI_basta.jpg
Alla nostra regione, nella terra in cui abitiamo vogliamo persone nuove
 SGPhoto_2009_10_19 13_52_00.jpg
ALESSANDRI for President.jpg
…..ecco cosa scrivono i giornali:
SGPhoto_2009_10_19 15_17_49.jpg

vogliamo la Lega Nord in EMILIA-ROMAGNAultima modifica: 2009-10-19T15:21:00+00:00da plcrasti
Reposta per primo quest’articolo

8 pensieri su “vogliamo la Lega Nord in EMILIA-ROMAGNA

  1. Non credo che la lega approderà in Emilia Romagna, è la terra dei partigiani che loro hanno vissuto e hanno anche combattuto contro i fascisti che avevano portato le rovine in questo paese!!!Volete rovinare ancora il paese???? si, l’avete poi fatto e avete ridotto gli operai in cassa integrazione e sono già disperati!!!Bravi bravi è quello che volevate o no?

  2. Scusa ma mi trovi in disaccordo, primo: nel 1944 per contrastare la dispotia occorreva una forza nuova ed allora non esisteva, ancora la Lega, ed ha avuto vita facile il comunismo che oltretutto ha commesso crimini efferati ancor peggiori che il fascismo. Secondo: tutto ciò è accaduto 6070 anni fa, non era ancora nato mio padre, ma ancora questi anziani o meglio, vecchi signori vogliono comandare e rubare – vedi Errani – per non parlare delle mazzette pagate negli appalti per costruire o di cooperatice rosse che fanno regalie per avere terreni paludosi che diventano edificabili in due anni. Vorrei chiedere a queste persone se il ricavato di questi “regali” è stato diviso, da veri comunisti, fra tutto il popolo. Per quanto riguarda il rovinare il paese… penso che far meno sia già meglio di ciò fatto finora visto che tutto ciò era già stato iniziato da un certo Mussolini che ha anche inventato la sanità pubblica per tutti, cosa che avranno, forse, dopo 60 anni gli americani. Tu parli di rovinare l’Italia? Sì. Esattamente chi Tu difendi, che dovevano solo migliorare il già iniziato hanno toppato, perchè anche fra loro c’è chi vuole approfittarsene quando basterebbe credere nei valori ed invidiare meno le persone. Ah! Grazie del rigraziamento.

  3. Chiedo scusa se posso dare questa impressione ma Vi posso garantire che non è assolutamente così; semmai non mi esprimo bene e lo può sembrare. Quando ho accettato di scrivere su questo blog che Pietro ha messo a disposizione di noi tutti, mi avverti dell’uso di tale blog. Così colgo l’occasione per notificare l’operato del sig. Marrazzo il quale, siccome il Premier esce con escort, lui esce con dei trans. E non c’è polemica ma ho solo riportato fatti del giorno letti in quattro quotidiani di oggi. Se avete letto quanto ho scritto sul “il sindaco Manca…” mi sono limitato a riportare quanto ho letto sul “sabato sera” senza sottolineare, come ha fatto quel giornalista, – ricordatevi che la cittadinanza l’abbiamo data noi – perchè le persone anziane purtoppo muoiono e non abbiamo più ricambi… Va beh! questo è un mio pensiero ma è una verità. Un ciao padano e sempre forza Roma

  4. Saluti a tutti. Io credo che la Lega acquisterà una grossa forza in Emilia ed in Romagna,

    La Lega è portatrice di instanze di autonomia e di libertà che sono condivise ed innegabili.

    La Lega ha la forza di farsi interprete di istanze che provengono dal popolo anzi, DAI POPOLI.

    Chi pensa di soffocare tali istanze con insulti, fango e calunnie è un illuso.

    Auguri a tutti !

  5. Ciao Pietro. Quello che sento nel mio paesello è sfiducia in chi ha dispoticamente governato a Imola o sbandati dalle tante fazioni politiche che fanno gara per governare, come una corsa alla sedia più alta e remunerata. Siccome negli ultimi 50 anni, l’attuale giunta ci ha continuato a ripetere di stare tranquilli – perchè loro danno il lavoro – facile dare lavoro dopo una guerra – ora che l’Emilia è in crisi questi politici hanno ottenuto 2 anni di cassa integrazione, che paghiamo noi tutti, ma senza prospettare un ri-inizio. Ed in questo sono molto bravi -. Anche quest’anno ho sentito l’arringa del mio sindaco… soliti improperi, non hanno fatto questo, non hanno fatto quello, ma nessun progetto concreto espletabile anche in vari anni; solo bestemmie. Perciò sono a chiedere una forza capace di rapportarsi con i lavoratori, le lavoratrici ma anche i pensionati che hanno sconfitto nazismo e fascismo commettendo crimini ben più efferati e che tutt’ora credono di essere degli eroi – sempre che uccidere e sterminare vecchi e bambini sia eroico! -. Oppure quelli che hanno capito il male fatto ma sono ligi alla parola data 50 anni fa, a chi è sempre stato neutrale ed a chi non ha mai interessato la politica però capisce il bisogno e chiede uno scossone al nostro bel paese. Giusto stamattina al bar del centro soiciale, dopo esserci scambiati le quattro testate presenti in cui titolavano: i tagli all’irpef – si parla di 20% in meno, – del terrorismo islamico minimizzato dai giornalisti ma sempre più organizzati – vedi Game che complottava contro le tre cariche dello stato, – o della lentezza dei processi. Come facciamo che a Berlusconi gli scappa la moglie?- impreca a voce alta un distinto signore ultra70enne. Ora chiedo – ma era la notizia più importante, era proprio quella che può rimanere impressa nella mente dei cittadini? Proprio tu ultra70enne che percepisci una pensione ma ancora vai a lavorare ogni mattina, portando via il lavoro ad un giovane, costretti a pagare sempre più tasse per mantenere anche voi? Ma ti sembra una cosa buona e guista? Ma soprattutto – non è forse più importante smarcherare terroristi islamici che complottano contro il nostro governo? Proprio quelle persone che sono state allontanate dal centro sociale che tu frequenti perchè vestiti con quelle grandi sottovesti – dove potrebbero nascondere qualsiasi arma o bomba e commettere anche una strage.- Premetto che in molti hanno seguito il mio esempio e se ne sono andati per la paura di ciò e dobbiamo fare un plauso ai ragazzi della gestione del bar che hanno allontanato questi signori se vestiti in tale modo. E proprio la domenica dopo si sono presentati con jeans e maglietta e tutti insieme – da vero centro multietnico – abbiamo guardato le partite di bascket e calcio.

Lascia un commento