lettera di AMANDO MANOCCHIA, consigliere Lega Nord Borgo Tossignano (Imola-BO)

Ho ricevuto – con preghiera di pubblicazione sul presente Blog – una lettera da Armando Manocchia, consigliere LEGA NORD nel Comune di BORGO TOSSIGNANO (Imola-BO) . Nel rispetto delle opinioni di tutti metto a disposizione il presente spazio.    Pietro Luigi CrastiSGPhoto_2010_05_18 15_29_38.jpg

CONFLITTO D’INTERESSI AL POLTRONIFICIO  “CIRCONDARIO IMOLESE”?

“Si verifica un conflitto di interessi, quando viene affidata un’alta responsabilità decisionale ad un soggetto che abbia interessi personali o professionali in conflitto con l’imparzialità richiesta da tale responsabilità, che può venire meno, visti i propri interessi in causa”.

Quanto sosteniamo non costituisce di per sé prova che siano state commesse scorrettezze, può tuttavia costituire un’agevolazione nel caso in cui si cerchi di influenzare il risultato di una decisione. Ribadiamo anche, che a leggi vigenti nulla si dice a riguardo, ma correttezza vorrebbe che si rinunciasse a uno dei due incarichi.

L’essere in conflitto di interessi, ed abusare effettivamente della propria posizione, restano però due aspetti distinti: un soggetto coinvolto, infatti, potrebbe non agire mai in modo improprio. Tuttavia un conflitto di interessi può sussistere a prescindere che ad esso segua una condotta impropria o meno.

A Imola, il problema si presenta al Circondario, un Ente inutile e costoso, voluto dalla sinistra, unico (o quasi) in Italia che serve a distribuire varie poltrone da assegnare per mantenere il “sistema Imola”. Il Sistema Imola è quello che fa da modella nella sinistra, “finché mantengo il lavoro e certe poltrone, alla gente, ho i voti diversamente andiamo a tutti a casa” quindi poltrone a iosa, poltrone ai tanti funzionari che ormai non funzionano più, ma anch’essi devono mangiare. Ora il problema non riguarda la sinistra da vicino, ma semmai i suoi vicini, quello che con la sinistra fanno culo e camicia e questa volta si presenta  in forma di una certa rilevanza, in particolare da quando il Consigliere Giuseppe Rago, del Gruppo Vallata Libera,  ricopre  contestualmente la carica di funzionario …esponente …responsabile …dirigente? O qualsiasi altro vattelappesca  incarico che abbia nel Sindacato che rappresenta.

Il conflitto, in questo caso potrebbe essere rappresentato dalla titolarità contemporanea di funzioni pubbliche, quella di responsabile di un Sindacato che opera nell’interesse dei propri iscritti, nel momento in cui interloquisce con l’Ente inutile Circondario, e quella di Consigliere del gruppo Vallata Libera al Circondario, si potrebbe trovare come interlocutore per il settore sanità per il Sindacato a frapporsi con la Giunta del Circondario come è già capitato, dove con una posizione comunque di rilievo o d’influenza potrebbe utilizzare questi suoi poteri per spingere il Circondario ad approvare, abrogare o  modificare un atto, un regolamento, che lo coinvolga in qualche modo con la politica del sindacato di appartenenza a scapito di altri sindacalisti che non hanno questa duplice possibilità.

Da non sottolineare il fatto che  tale conflitto potrebbe essere previsto in futuro come motivo d’ineleggibilità e di incompatibilità di cariche.

Pertanto, si invitano  le autorità competenti e gli organi preposti a valutare questa quantomeno anomala situazione.

Armando Manocchia Gruppo Lega Nord Borgo Tossignano

 

lettera di AMANDO MANOCCHIA, consigliere Lega Nord Borgo Tossignano (Imola-BO)ultima modifica: 2010-05-18T15:38:32+00:00da plcrasti
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “lettera di AMANDO MANOCCHIA, consigliere Lega Nord Borgo Tossignano (Imola-BO)

  1. concordo sugli enti inutili e costosi , sulle mulitcariche, che personaggi politici e non o anche troppe volte pseudo tali, occupano, ma la pregherei di osservare questo malcostume italiano a 360° in tutto il territorio nazionale, comprese le zone amministrate dalla lega,: Mi dichiaro dio essere di sinistra, mai inquadrato nelle pecore ubbidienti a testa china che seguono i capi partito senza ragionare, questa mia opinione e trasversale per tutte le forze politiche,: se smettessimo di stare a criticare quando siamo minoranza , e invece giustificare quando siamo maggioranza forse noi comuni cittadini apriremmo il vero dialogo per i cambiamenti senza essere condizionati dalle ideologie

Lascia un commento