GIANFRANCO FINI ed il suo camaleontico cambiamento

FINI_3foto_abbronz-pareo-arabo.jpg
sapevamo che FINI stava cambiando ma cosìììììì….nooOOoo..
VOI CHE L’AVETE VOTATO siete d’accordo sulla sua proposta (La Russa lo segue) di rendere più rapida l’acquisizione della cittadinanza agli immigrati stranieri?
GIANFRANCO FINI ed il suo camaleontico cambiamentoultima modifica: 2009-09-29T09:14:59+00:00da plcrasti
Reposta per primo quest’articolo

8 pensieri su “GIANFRANCO FINI ed il suo camaleontico cambiamento

  1. Io penso – potrei sbagliare ma ve lo comunico – che come una famiglia i genitori debbano pensare prioritariamente ai propri figli, così un leader politico deve pensare ai propri cittadini.
    FINI ora sbaglia, e secondo me sbaglia in pieno!

    La cittadinanza è una cosa delicata, importante, entusiasmante….insomma, la considero non solo un “passaggio burocratico” di carte, ma un evento fondamentale! Tra i più importanti nella vita di un Uomo e di una Donna! Un atto di riconoscimento pubblico che costruisce un’identità umana!..quindi con incisive ricadute sociali e psicologiche per la comunità e la persona.

    Nella (in)civiltà verso cui qualcuno vuole farci incamminare, ogni BUON CITTADINO ITALIANO non può che non accettare simili indecenti proposte e sostituirle con azioni e progetti volti alla tutela della propria comunità e di se stesso.
    (chiedo a tutti, e VI RINGRAZIO PER QUESTO DIBATTITO, siete d’accordo se sposto questa tema anche sul mio blog? http://pietroluigicrasti.myblog.it

  2. ..caro Mazzei, in effetti molti delusi dal PdL non possono che concludere come te.

    Sai una cosa?
    Ciò che più mi sconcerta e pensare che tanti, tantissimi Italiani hanno votato per tanti, tantissimi anni quel partito per poi, oggi ritrovarsi a capo dello stesso un uomo che parla, dice propone cose che stanno più a sinistra di Casini.
    In buona sostanza…è mai possibile che uno voti per anni un partito di destra per poi capire di essere in un partito simile alla vecchia democrazia-cristiana? (badate, quella parte spostata a sinistra…!!??!)

  3. le affermazioni del 29/09 fanno nascere il terrore nel cuore.
    caro Crasti ma chi ti credi di essere? da quando un immigrato non è prima di tutto un uomo o una donna? e a quale giacobinismo rivoluzionario ti appelli per giudicare appunto uomini e donne solo valutando il genere CITTADINO?
    gente come te è peggio del miglior Robespierre. ricordati la fine che ha fatto. e magari, dato che fai tanto il cattolico, vai a leggere il Vangelo quando parla di stranieri.
    magari valuta anche di parlare di questi uomini e donne come Migranti, come ci insegna la Chiesa.

  4. Buongiorno,

    comprendo la diversità di vedute ma non ce bisogno di scagliarsi addirittura con minacce sulla mia persona.
    Litighiamo se vuole ma non superiamo i limiti della normale convivenza.

    Io ho espresso la mia con dignità e civiltà usando l’ironia….posso abagliare, sono un essere umano ma in questo caso sono convinto della mia posizione, argomenti con le sue riflessioni convincendomi del contrario.

    comunque con cordialità,

    f.to PIETRO LUIGI CRASTI

  5. Cara Azzurra, se fosse per me toglierei la cittadinanza pure a qualche Italiano che non si merita tale onore per le nefandezze che combina. Non ho nulla contro gli stranieri (quelli onesti) e meritano tutto il rispetto possibile ma la cittadinanza non ci penserei nemmeno a dargliela, ognuno si deve tenere la sua, chi è nato in Italia è cittadino Italiano chi è nato i Germania è cittadino Tedesco etc etc…
    Ah, dimenticavo che le persone come lei che, anzichè discutere, MINACCIANO od offendono, sono tra quelle a cui toglierei la cittadinanza, perchè chi è capace di non portare rispetto per gli altri non merita di essere cittadino ITALIANO.

Lascia un commento