Mariani (PdL) conferma la sua scelta

28 luglio ’09

Come Presidente dimissionario, ho assistito ieri sera 27 luglio, ad una riunione estremamente amara in quanto ho potuto prendere atto della irremovibilità di FRANCESCO MARIANI sulle sue personali scelte politiche. Scelte portate avanti fino all’estreme conseguenze di provocare una spaccatura nel gruppo, ancora numeroso, che ha svolto il difficile lavoro della campagna elettorale.

E’ davvero difficile comprendere come una persona seria e rispettata da molti di noi, possa giungere a mantenere ferme delle scelte individuali a qualsiasi costo, anche a scapito di una comunità di persone così ben ammalgamata.

A voi ogni commento!

3 agosto ’09

Posso aggiungere che nella riunione del 27 luglio le dichiariazioni “MARIANI HA SBAGLIATO, NON CONDIVIDO LA SUA SCELTA!” sono state pronunciate da Graziano Galassi, Roberta Franceschelli, Franco Mingarelli, Patrizia Incerti, Silvia Bendanti, il sottoscritto, Simonetta Mingazzini, Davide Arcangeli, Maurizio Tonelli, mentre Graziano Galassi e Roberta Franceschelli tengono a precisare che le loro dichiarazione è: “MARIANI HA SBAGLIATO, NON CONDIVIDO LA MODALITA’ DELLA SUA SCELTA!” (la parola evidenziata mostra la differenza fra le dichirazioni dei presenti.

Firma.jpg

sabato 25 luglio è apparso su IL RESTO DEL CARLINO IMOLA il seguente articolo:

SGPhoto_2009_07_28 18_38_37.jpgSPACCATURA nel gruppo di opposizione Uniti per cambiare in consiglio comunale a Dozza: Francesco Mariani (Pdl ex SGPhoto_2009_07_28 18_41_57.jpgFi) ha aderito al gruppone del Popolo della libertà all’assemblea del Circondario (13 consiglieri) e Simonetta Mingazzini, che come candidata sindaco ha guidato la lista civica Uniti per cambiare ed è capogruppo a Dozza, prende le distanze. «Quella di Mariani è una scelta personale assunta all’ultimo momento: per noi del gruppo non doveva andare a finire così, e all’interno della lista questa scelta fa ora discutere».

POTREBBERO essere decisi provvedimenti, ma per ora nessuno conferma. E non sarebbe neppure uscita la spaccatura se la domanda del Carlino a Mingazzini non fosse stata ispirata da una dichiarazione di Simone Carapia, capogruppo pdl al Circondario. Rispondendo ai ‘civici’ Riccardo Mondini (Ucd) e Giuseppe Palazzolo (Per Imola) che accusano il Pdl di aver inglobato le liste civiche del circondario, Carapia si avventura in una considerazione: «Quelle liste civiche erano composte da donne e uomini del Pdl».
Simonetta Mingazzini non ci pensa un attimo: «Non è vero, io non sono del Pdl; come non è del Pdl la maggior parte di Uniti per cambiare. Lo è Mariani, andato a rappresentare un partito che non è la nostra lista civica, mentre era stato eletto con i voti di Uniti per cambiare, sotto il nostro simbolo e con il nostro programma. Non mi piace quando si cambia faccia e si tira fuori un altro vestito, non è corretto nei confronti degli elettori».
Chiarissima, la capogruppo dozzese, che nel precedente mandato era all’assemblea del circondario con il gruppo Uniti per cambiare. «Non ci tenevo più – dice Mingazzini -, ma di certo avrei ricostituito il gruppo Uniti per cambiare. Il Circondario deve rappresentare i territori e non posizioni partitiche e ideologiche. Gli interessi di Imola sono diversi da quelli di Dozza».

E’ LO SPIRITO ‘civico’ che, nella risposta a Mondini e Palazzolo, Carapia spegne a favore dei numeri. «Non mi sottraggo – scrive – alla polemica strumentale dei consiglieri Mondini e Palazzolo che rappresentano esattamente quello che valgono in termini elettorali: due consiglieri su 41 in assemblea, mentre il Pdl ne ha 13 e questo sicuramente dà loro enorme fastidio».
I due ‘civici’ non sembrano però infastiditi e ricordano i voti ottenuti alle amministrative: 4.050 l’Unione di centrodestra e 2.550 Per Imola.
Ma Carapia è convinto e, prendendosela con Palazzolo che accusa Pdl e Pd di «annientare le specificità», va sul personale: «Il consigliere Palazzolo forse vuole intendere le specificità della via dove abita o al massimo la particolarità del suo risultato elettorale che si commenta da solo».
La pensa all’opposto la ‘civica’ Mingazzini, e infatti mette sotto accusa Mariani, confluito nel gruppone dei 13.
li. go.

domenica 26 luglio è apparso su LA VOCE DI ROMAGNA il seguente articolo:

SGPhoto_2009_07_28 18_48_24.jpg

 

Mariani (PdL) conferma la sua sceltaultima modifica: 2009-07-28T18:32:00+00:00da plcrasti
Reposta per primo quest’articolo

30 pensieri su “Mariani (PdL) conferma la sua scelta

  1. in passato ho molto apprezzato Francesco per le sue posizioni etico-cattoliche ma oggi mi pare si stia comportando spinto da arrivismo e logiche partitiche che mai avevo notato in lui.
    Voglio sperare che non sia così, data la mia tarda età, a non aver colto che forse era da sempre così?

    peccato davvero perché in Mariani ci avevo creduto

  2. Sono arrabbiata, molto arrabbiata con chi ha voluto questa spaccatura, una divisione voluta da Mariani, perché è lui che ha fatto una scelta che ha creato tensioni nel gruppo della lista civica.
    Il brutto poi che sia sostenuto da qualcuno cattolico come lui, dicono appartenere a CL?

    Sono cattolicissima anch’io, ma è mai possibile che proprio i praticanti mostrino una simile cattiva volontà?NO, NON E’ QUESTO CHE CI HANNO INSEGNATO!

    Mariani ricrediti

  3. Sono giovane, risiedo in campagna, nelle vicinanze di Toscanella.
    Questa è la dimostrazione di come la politica non un bel ambiente.
    Io credo che noi giovani ce ne dovremo occupare comunque, perché è nella politica che si prendono le decisioni per la gente.

    Il problema però sono persone come quel signore che in questo caso ha creato una spaccatura in un gruppo che esisteva, andava avanti e lavorava. E’ questo il vero problema: persone che non hanno buona volontà ma sono animati da altro, prioritariamente da stimoli diversi.

    Quelli che invece credono nella buona politica, spesso sono coloro che hanno buona volontà, sono questi che devono essere premiati da noi cittadini, da noi elettori e non i “Franceschi Mariani” di turno, questi vanno invece bocciati.

  4. Io credo che al sig. Francesco Mariani il P.D. dozzese (ma anche quello imolese) dovrebbe concedere la tessera di socio onorario, in quanto fare qualcosa che poi determina la frattura nel gruppo di opposizione equivale a fare un grande regalo al nostro sindaco Borghi.

    Infatti una minoranza spaccata darà la garanzia al 100% di fare qualsiasi cosa a Borghi su Dozza e Toscanella e tutto questo grazie ad un dichiarato uomo del PdL come dice il sig. Mariani di essere.
    Non vorrei dar ragione a Mondini (non ho simpatie a destra, semmai il contrario) ma in questo caso il PdL di Mariani a Dozza si comporta come ciò che desidera il P.D.
    Delle 2 l’una: o il sig. Mariani è amico della sinistra o lo stesso è miope (per dire altro) politicamente.
    In ogni caso grazie Mariani=la sinistra può agire indisturbata.

  5. Peccato che le donne hanno poco spazio in politica e peccato che non sono una dirigente del PdL, vorrei davvero esserlo in questo momento per espellere (come fanno alla Lega) quei personaggi come il signor consigliere Mariani, eletto con i nostri voti per stare nella lista civica ed invece lui fà il bello e cattivo tempo decidendo per conto proprio e stracciando così il nostro mandato fiduciario.

    Che se andasse via da Dozza ed entrasse a far parte del coordinamento PdL di Imola, visto che da noi ha fatto danni e lì ha dimostrato di amarli senz’altro più di noi.

    “Lory, delusa dal PdL dozzese”

  6. Rispondo a Dario, Teresa, Sandry, Edoardo, Francesca.
    Strano che si creda ciecamente in cosa c’è scritto in questo blog. Senza verificare se è vero oppure no. Questo si chiama PREGIUDIZIO. Si da un giudizio senza conoscere la realtà.
    Se vi interessa sentire come stanno veramente le cose, sono disponibile a parlarne. (non mi interessa difendere Mariani, ognuno è responsabile delle proprie azioni, ma per giudicare i fatti occorre conoscerli)

  7. Comprendo la giusta amarezza di tutti ma prego di contenervi nelle tensioni e limitarvi nelle parole, anche perchè come promesso non toglierò mai la parola a nessuno in questo blog, nessuno verrà censurato ma declino ogni responsabilità per dichiarazioni che invece rimangono a carico di ciascun scrivente.

    Rimango a disposizione di chiunque anche per contatti personali alla mia email: pietroluigicrasti@tin.it

  8. al signor Graziano vorrei dire che io – non sò gli altri – conosco bene i fatti oppure lui è in possesso della verità delle verità?
    Sono lieta che non difenda Mariani perché è un cavallo perdente nella nostra Dozza, se non recupera non avrà un futuro politico.

    Riguardo i fatti, lei può dire ciò che vuole, è libero di farlo ma chi ha cambiato gli equilibri nella vs. lista è Mariani, non certo nessun altro, non è lui che infatti è andato al circondario costituendo il PdL quando invece fà parte di uniti per cambiare? se non sono fatti questi mi dica lei cosa sono.

    buona giornata

  9. Avevo fatto una domanda: “ma perché ha creato una lista civica per poi invece creare al circondario un gruppo del PdL?”

    A questo punto chiedo a GRAZIANO se può rispondermi, così scioglierà ogni mio eventuale pregiudizio (ma non sarà sotto questo pseudonimo che si nasconde Mariano?)

    Le sarò grato, per davvero

  10. RISPONDO A FRANCESCA: non difendo e non condanno Mariani. Ha fatto una scelta che non condivido, ma prima di questa c’è stata un’altra scelta anch’essa sbagliata. Sai qual’è ?

    RISPONDO A LORY (forse mi sbaglio ma non sei del nostro comune) In politica, come nella vita, ci sono scelte giuste e scelte sbagliate, condivisibili o no. Non per questo si abbandona la nave. Si continua a combattere.

    RISPONDO A DARIO: la lista “Uniti per Cambiare” ha alla base del suo essere un programma. E’ su questo programma che ci siamo presentati agli elettori di Dozza. Questo programma è stato condiviso anche da Mariani.
    E’ SU QUESTO PROGRAMMA CONDIVISO CHE DOBBIAMO ESSERE UNITI PER CONTRASTARE IL PROGRAMMA DEL CENTROSINISTRA.

    Ripeto a tutti, non è possibile essere chiari scrivendoci sul blog. Se avete a cuore il futuro del nostro comune troviamoci e discutiamo come lavorare insieme.

  11. Mi fà piacere Graziano che non condivide la scelta di MARIANI, anche se ripeto, essendo di sinistra non può che farmi piacere che il coordinatore del PdL abbia provocato tensioni con il suo gruppo di appartenenza, speriamo arrivi a spaccarlo.

    Noi di sinistra stiamo plaudendo a questa situazione….la sà una cosa? la vs. situazione può essere usata da Borghi come il suo miglior risultato politico, riuscire infatti a spaccare il gruppo che gli si oppone è infatti un grande successo.

    Una domanda: ma lei pensa ancora di sostenere Mariani nonostante gli attribuisca questo abnorme errore politico?

  12. come ha fatto ad indovinare? in effetti sono di Imola ma ho amici a Toscanella e quindi mi interesso molto delle questioni locali.

    sì in alcuni casi, quando la nave può essere riparata non la si abbandona ma quando ha falle da tutte le parti che senso ha?
    La mia proposta (che Mariani entri nella segreteria del PdL imolese) non era solo provocatoria ma anche un suggerimento per la carriera politica dello stesso (sempre che posso permettermi, sennò tolgo il disturbo e mi scuso).
    Riguardo alla nave, faccia come crede ma secondo me non serve più che lei rimanga, a meno che non abbia individuato una soluzione mirabolante.

    Comunque, lo ripeto, sono un elettrice del PdL e rimango delusa di quanto state facendo a meno non abbiate una soluzione in “zona cesarini” ma dovete trovarla subito, con urgenza, altrimenti le mie simpatie politiche migreranno.

    “Lory, delusa dal PdL dozzese”

  13. D’accordo GRAZIANO, il programma..bla, bla, cosa che si sanno.
    Io comunque aspetto una risposta alla mia domanda di prima, sempre che abbia la volontà di fornirmi una risposta: “ma perché ha creato una lista civica per poi invece creare al circondario un gruppo del PdL?”

    e qui che il Dr. Mariani mi stupisce

  14. nessuno mi ha ancora risposto. Forse perché ho usato un tono da arrabbiata o perché ho messo il dito sulla piaga.
    Ripeto: E’ VERO CHE MARIANI E’ SOSTENUTO DA C.L.?? (comunione e liberazione)qualcuno mi risponda.

    Perchè se così fosse non comprendo la direzione che stà seguendo, nei nostri incontri da cattolici (anche a Bologna con Gianni) non abbiamo mai condiviso un simile metodo; che invece lui stà seguendo, quindi critico qui pubblicamente la sua scelta visto che si dice che Mariani è pronto a confermarla.

  15. Ringrazio tutti per la discussione che si stà facendo interessante.
    Molti degli interventi sono spunti di riflessioni nuovi.
    Utile potrebbe essere aver qui altri interlocutori, in particolare il diretto interessato Francesco Mariani, che potrebbe così dire direttamente il suo pensiero. Questo mi sembra un consesso civile e democratico, pronto ad accogliere le opinioni anche degli altri eletti di “Uniti per Cambiare” e di candidati che erano in lista.
    Per quanto mi riguarda rimangono le amarezze che ho espresso in apertura. Più avanti integrerò con altre mie considerazioni riportando aspetti emersi di recente, che credo saranno molto utili a questa disussione.

  16. se penso che potrebbe essere quel Graziano a cui mi riferisco mi permette una domanda semplice, semplice?
    Ecco: ma Le conviene davvero spendere la sua persona – che tra l’altro su Toscanella ha una buona reputazione – sostenendo Mariani?
    Infatti, considerato quanto Lei scrive che “non condivide la sua scelta” tanto vale lasciare che si prenda lui stesso ogni responsabilità per la sua decisione,non Le pare?

  17. RISPONDO A FRANCESCA: Io non “sostengo” Mariani.
    A volte condivido a volte non condivido le sue scelte ma non per questo metto in discussione l’amicizia che ho con lui. (a proposito, non credo che sei di sinistra).

    RISPONDO A LORY: credo che la soluzione “mirabolante” sia molto semplice da trovare.
    Occorre smetterla di ragionare secondo scheramenti e sigle e iniziare a lavorare sui problemi concreti delle persone e delle famiglie del nostro comune.

    RISPONDO A DARIO: Mariani non ha creato nessuna lista civica, ha collaborato assieme a tante altre persone al lavoro che la lista civica “Uniti per Cambiare” ha svolto in campagna elettorale.
    Per quanto riguarda la sua scelta nel Circondario ho già detto che non condivido la modalità della sua scelta.

    RISPONDO A SANDRY: che io sappia CL non “sostiene” chi si impegna in politica (se hai partecipato a quegli incontri che dici, dovresti saperlo bene) . E’ sempre una responsabilità personale.

    RISPONDO A LUCA: hai detto bene: è lui stesso responsabile delle scelte che fa.
    Però come ho detto precedentemente per giudicare le scelte occorre conoscere tutti fattori che hanno portato a quelle scelte. Purtroppo non mi sembra che chi ha scritto in questo blog sia interessato veramente a conoscere questi fattori.

    Luca chiede se mi conviene “sostenere” Mariani.
    Ripeto non “sostengo” Mariani, sono amico di Mariani come degli amici coi quali ho collaborato in questa campagna elettorale.

    RIBADISCO QUELLO CHE HO SCRITTO SOPRA: Se avete a cuore il futuro del nostro comune troviamoci e discutiamo sul come lavorare insieme. Scrivetemi a questo indirizzo : redazione@listacivicaunitipercambiare.it

  18. Io credo che tutto questo polverone sollevato dal consigliere eletto a Dozza FRANCESCO MARIANI si possa risolvere facilmente e con coerenza da parte dello stesso ma non mettendo (come fà lo struzzo) la testa sotto la sabbia e come dice il sig. Graziano, cioé andando avanti facendo finta di niente, producendo atti e proposte verso l’amministrazione.
    Si deve concludere questa vicenda, questo incidente e secondo me nell’unico modo possibile: che Mariani prosegua con coerenza e faccia il gruppo del PdL anche in Consiglio comunale a Dozza. Giusto, dico bene?

  19. aspetto sempre che “I DUE” (sig. Mariani e sig.Graziano) rispondano alla mia domanda rimasta inevasa già un bel pò di commenti fà: “ma perché ha creato una lista civica per poi invece creare al circondario un gruppo del PdL?”

  20. certo che sò bene ciò che C.L. afferma rigaurdo l’impegno politico: è sempre una questione di responsabilità personale, ma visto e considerato che tutta C.L. esprime un impegno sociale nella politica non posso riconoscermi in una scelta così partigiana come quella del dr. F.Mariani.
    Lo dico con molto rispetto ma bene sarebbe che il dr. Mariani rivedesse la sua posizione, perché tutta questa intransigenza da parte sua ricade su di sé. Maggior autocritica verso se stesso rivaluterebbe la sua figura che oggi invece stà perdendo di reputazione ( e se continua così anche di un futuro politico).

  21. certo che sono di sinistra, ci mancherebbe!
    Credo che quando un amico come il suo compia scelte così incisivamente diverse, che in automatico si distanzia da lei e quindi perché difenderne l’amicizia ad oltranza? Nulla di male se il rapporto si concluda, vista la lontananza delle posizioni.Una DOMANDA: ma perchè lo difende così pervicacemente? (che ci sia un altro interesse).
    In fondo lei Graziano mostra posizioni molto più ragionevoli.
    grazie dell’attenzione

  22. ma smettetela di cincischiare…tanto il PdL imolese subirà un tracollo, una ristrutturazione da paura.
    Quindi?
    Lasciate andare quel Mariani per conto suo (dispiace che Graziano lo segua) ed aspettiamo un nuovo coordinatore a Dozza. Mariani ha perso e perso ripetutamente, ha concluso la sua storia politica: SE NE DEVE ANDARE.

    W LA PADANIA, W LA ROMAGNA

  23. A parte dichiarazioni politiche, volevo porre al sig. Graziano(o dr.?, non vorrei omettere il titolo, anche perché da come scrive sembra esserne in possesso) una domanda franca e schietta: perché il Dr. Francesco Mariani non interviene? farebbe solo che bene raggiungere questo ambito di dialogo politico e dire la sua.
    Magari, diversi di noi, condividrebbero la sua scelta perché ne verrebbero convinti.

    con deferenza Dr.Norberto Salis

  24. Ma perchè star qui a parlare, parlare e ancora parlare delle scelte di Mariani? Se il gruppo si è rotto a causa sua, pazienza, se ne farà un altro ancora più unito…ecco perchè in politica non si fa mai nulla…parole,parole soltanto parole…sempre a criticare gli altri e mai a pensare a cosa fare di buono per gli altri. SVEGLIA GENTE!!!

Lascia un commento